AVE, Bios Vincent in mostra dal 22 al 27 Convento dei Celestini - Bergamo

Debutto Bergamascho della personale Ave dell'artista Bios Vincent, in mostra dall' 22 al 27 novembre 2019 presso il convento dei celestini di Bergamo.

In una continua ricerca di corrispondenze tra sacro e umano, tra divino e terreno, l'opera emblematica da cui la mostra deriva il proprio titolo è una sorta di pala d'altare in chiave
contemporanea, un lavoro imponente dove un vuoto silenzioso viene interrotto da un nuovo principio: AVE, un saluto auspichevole che porta con sé un augurio benevolente, una preghiera alla donna sacra per
propria natura, una richiesta di protezione contro ogni forma di prevaricazione, un'invito alla pace dentro e attorno a noi. Uno sguardo rivolto lontano, quello di una giovane donna che, lungo il proprio cammino,
sa di poter contare sul sostegno di un uomo. Segni di ferite che non provocano più dolore e corpi saldi che esprimono un ritrovato bilanciamento tra emozioni, mente e spirito e la comprensione profonda che l'emancipazione dai
problemi dell'umanità nasce da un'impegno personale verso il bene espresso in ogni piccolo gesto.
L'importanza del singolo individuo come protagonista di un possibile cambiamento sociale grazie ad un'evoluzione interiore che lascia alle spalle limiti e
deviazioni, sono l'imprescindibile premessa per il superamento dei conflitti che minacciano il mondo: la ricerca dell'equilibrio e del rispetto dei valori universali si traduce in un'estetica del comportamento, dove
la bellezza si costruisce attraverso un continuo confronto tra le ragioni del cuore e le azioni della mano, che in ogni momento si possono scontrare
generando la rottura che porta distruzione, oppure conciliare guidando i nostri passi verso nuove possibilità di armoniosa convivenza.

La mostra è ospitata all'interno del Convento dei Celestini di Bergamo dove l'associazione Agatha Onlus accoglie ragazze adolescenti con situazioni di fragilità sociale, familiare e personale
che per l'occasione hanno partecipato ad un laboratorio tenuto da Vincent Bios sul concetto di donna, riflettendo sull'immagine che ognuna ha di sé stessa e facendo emergere, attraverso l'espressione
artistica, il proprio universo interiore. Le opere realizzate dalle ragazze saranno esposte durante la mostra al fianco di quelle dell'artista. Parte dei proventi derivati dalla vendita dei lavori
verrà devoluto a sostegno delle attività dell'associazione Agatha Onlus.